Ci siamo chiesti più volte se, anche quest’anno, dovevamo riprendere la nostra attività di promozione di attività per il tempo libero di bambini e ragazzi.

Tante volte ci siamo ripromessi che l’avremmo fatto, non appena un’idea di futuro meno incerta fosse giunta ai nostri occhi.

Purtroppo siamo ancora troppo lontani dal vedere quel momento, che tutti noi desideriamo.

Siamo solidali con tutte le aziende e associazioni presenti su questo portale e le invitiamo a comunicarci le loro novità, i loro sentimenti, le loro aspirazioni.

Stessa cosa chiediamo a voi lettori, chiedendovi di condividere le vostre aspettative, emozioni, richieste.

Se potremo essere in qualche modo utili, sarà per noi il motivo di esistere!

La redazione Let’s go!

Seguici su

ARCHIVE

Articoli

Le esperienze

Qualunque cosa che appassioni i tuoi bambini, basta trovare l’esperienza giusta.

Top Articoli

Iscriviti al nostro portale

Potrai accedere alle promozioni dei nostri partner e rimanere aggiornato su tutte le news e offerte!

Ci siamo chiesti più volte se, anche quest’anno, dovevamo riprendere la nostra attività di promozione di attività per il tempo libero di bambini e ragazzi.

Tante volte ci siamo ripromessi che l’avremmo fatto, non appena un’idea di futuro meno incerta fosse giunta ai nostri occhi.

Purtroppo siamo ancora troppo lontani dal vedere quel momento, che tutti noi desideriamo.

Siamo solidali con tutte le aziende e associazioni presenti su questo portale e le invitiamo a comunicarci le loro novità, i loro sentimenti, le loro aspirazioni.

Stessa cosa chiediamo a voi lettori, chiedendovi di condividere le vostre aspettative, emozioni, richieste.

Se potremo essere in qualche modo utili, sarà per noi il motivo di esistere!

La redazione Let’s go!

Molti utenti ci stanno chiedendo chi effettivamente dei vari campi estivi, centri estivi e vacanze studio confermerà le proprie attività quest’estate, vista la situazione ancora non risolta inerente il Coronavirus.

A tale scopo abbiamo chiesto direttamente alle aziende tale quesito.

Vi forniamo qui di seguito una lista di chi ci ha risposto, che aggiorneremo in modo frequente:

1. Accademia dello Spettacolo: attivi dal 4 luglio (Piemonte)
2. Pingu’s Vicenza: attivi dal 3 giugno (Veneto)
3. Scuola vela Tito Nordio (Veneto)
4. SchoolNextDoor: varie proposte attive (Toscana)
5. Coop Calycanthus: dal 29 giugno ripartono i campi estivi (Emilia Romagna)
6. Horses Summer Camp: sono partiti i campi estivi in ottemperanza alle norme anti covid (Lombardia)
7. Corso con Delfini e Balene: a partire dal 5 luglio (Toscana)

Ci hanno invece informato del reinvio al prossimo anno della attività estive:
1. Fondazione cantiere
2. Just English Camps
3. The Hazelhut
4. ZadorSpain Language Schools

Cari genitori, buone notizie dal Cocopeli Campus. Anche quest’anno questo storico campus verrà organizzato, visto che le autorità competenti hanno appena approvato il nostro piano anticovid (di cui forniamo i dettagli ai genitori interessati). Ecco dunque i punti salienti del Cocopeli campus 2020: Cocopeli Campus è un campo natura, avventura, english summer camp, residenziale

Si svolge dal 28 giugno al 12 luglio a Brugnato (SP)

Potete trovare tutti i dettagli del programma del Cocopeli Campus sul sito www.vacanzeragazzifelici.it

Per qualunque info contattate ALESSANDRA: 340-8549378, info@vacanzeragazzifelici.it

Ecco il nuovo programma in Italia per imparare l’inglese con tanto divertimento e amici nuovi!

Ciò che da sempre contraddistingue Trinity ViaggiStudio è l’altissimo livello dell’insegnamento, certificato British Council, confezionato in pacchetti all inclusive dove svago e divertimento in tutta sicurezza completano la proposta.

In questo anno così particolare, ci siamo attivati per dare, nonostante tutto, alle famiglie, la possibilità di esperienze formative a tutto tondo in cui la lingua inglese è il filo rosso che lega il momento della lezione in classe (e con quale gioia i nostri ragazzi torneranno in classe!) con attività del tempo libero che ispirino ognuno a lavorare sul proprio potenziale. Dal digital marketing allo STEM, dal trekking in alta montagna al più classico camp di calcio, passando per un laboratorio di traduzione e di teatro per imparare a esprimersi con creatività.

LA SALUTE È AL PRIMO POSTO!

L’attuale situazione sanitaria ci ha posto di fronte ad un nuovo modo di vivere gli spazi comuni e la vita con gli altri. Per continuare a far viaggiare, vivere e volare i propri studenti, Trinity ha scelto le migliori strutture ricettive italiane, nelle località più belle del nostro paese per accogliere i ragazzi nei Trinity Teen Summer Camp e mettere la loro sicurezza al primo posto.

Che aspetti?
Visita subito le pagine dedicate ai campi estivi in lingua inglese nelle varie regioni d’Italia organizzati da Trinity ViaggiStudio:

Lombardia 
https://www.trinityviaggistudio.it/prodotto/american-dream-summer-camp-aprica-hotel-club-funivia/

Val d’Aosta  
https://www.trinityviaggistudio.it/prodotto/experience-nature-summer-camp-champorcher-hotel-beau-sejour/

Toscana

DIGITAL MARKETINGhttps://www.trinityviaggistudio.it/prodotto/digital-marketing-summer-camp-figline-valdarno-norcenni-girasole-village/

LET’S TRANSLATEhttps://www.trinityviaggistudio.it/prodotto/lets-translate-summer-camp-figline-valdarno-norcenni-girasole-village/

Umbria

STEMhttps://www.trinityviaggistudio.it/prodotto/stem-summer-camp-cascia-hotel-magrelli/

TEATROhttps://www.trinityviaggistudio.it/prodotto/theatre-summer-camp-cascia-hotel-magrelli/

Emilia Romagna 
https://www.trinityviaggistudio.it/prodotto/sport-academy-lido-delle-nazioni-club-village-e-hote-il-spiaggia-romea/


Per maggiori informazioni visita direttamente il sito web: www.trinityviaggistudio.it

L’attività fisica può migliorare la salute fisica, le funzioni cerebrali e l’umore dei bambini:

• mantiene il corpo forte e sano e migliora la salute mentale diminuendo la depressione, l’ansia, il dolore e la solitudine

• migliora la concentrazione, le prestazioni scolastiche, il sonno e i livelli di energia.

• coloro che intraprendono un’attività fisica regolare godono di relazioni migliori e di un’immagine corporea più positiva.

La relazione tra movimento e salute del cervello è così chiara che l’Organizzazione Mondiale della Sanità raccomanda un’ora al giorno di moderato esercizio fisico per i bambini dai 5 ai 17 anni.

Insieme a molte altre ripercussioni su cui riflettere, il Coronavirus ha messo a repentaglio la possibilità di fare attività fisica ai bambini in un momento in cui i benefici emotivi, e non solo, forniti dall’esercizio fisico sono estremamente importanti. Scuole chiuse, sospensione delle pratiche di gruppo e l’imperativo di rimanere a casa e lontano dagli altri hanno messo a dura prova i bambini e gli adolescenti (e i loro genitori agitati!), che dovranno trovare altri modi per continuare a muoversi.

Questo è particolarmente importante ora, poiché una pandemia globale come quella che stiamo vivendo continua a mantenerci in uno stato di insicurezza e di paura. Molti genitori, siti web e organizzazioni si sono già mosse per trovare ed offrire soluzioni sul come mantenere i bambini attivi senza scuole, pratiche organizzate o giochi su cui fare affidamento. Anche noi vogliamo dare un contributo e abbiamo preparato per voi un elenco di attività che potete fare a casa e consigli sulla dieta.

In generale è necessaria una dieta sana: al bando lo junk food, bere molta acqua e, dopo l’allenamento, mangiare frutta secca o fresca. La dieta sana per definizione è quella mediterranea che si basa su cereali, legumi, verdura, frutta, pesce e che evita i grassi animali.

Se si desidera, poi, migliorare le difese immunitarie attraverso l’assunzione di alimenti ricchi di nutrienti funzionali si possono scegliere quelli ricchi di proprietà immuno-stimolanti come le vitamine A, C, E e D, micronutrienti quali zinco e selenio e più recentemente per i probiotici. In questo periodo di quanrantena la riduzione del consumo di calorie rischia di essere anche del 50%: per questo cibo e attività fisica sono più che mai importanti.

Per i bambini piccoli l’esercizio fisico è possibile soprattutto se veicolato dalla musica, che lo rende un’esperienza giocosa e divertente.

La base del ballo è la stessa del gesto sportivo. Servono muscoli forti per saltare e fiato per portare a termine le coreografie. Nei balli caraibici e latino-americani, in particolare, le gambe tendono ad essere leggermente piegate. Questa posizione induce a respirare in modo più profondo e rilassato, “di pancia”; inoltre l’inclinazione della pelvi in avanti lascia più spazio al diaframma che così è maggiormente libero di muoversi e fa espandere del tutto i polmoni, con il doppio vantaggio di aumentare l’ossigenazione e di non affaticarsi troppo.

Per alzare il morale un aiuto arriva dalla “Hip-Hop Psych”, una corrente scientifica che è stata efficacemente descritta qualche tempo fa sulla rivista scientifica Lancet Psychiatry: alcuni scienziati hanno studiato attentamente i ritmi di Kendrick Lamar, arrivando a dire che potrebbero essere d’aiuto a chi fa i conti con l’umore nero.

Innumerevoli sono le risorse online per chi desidera sfruttare questo periodo per avvicinare anche i più piccoli alle pratiche dello yoga, che ovviamente, è una disciplina ottima per tutte le età.

Se amate le app Sworkit (che sta per Simply Work It – Semplicemente fallo!) tiene fede al claim offrendo video di esercizi spiegati da (veri) personal trainer. Con 13 milioni di utenti, oltre 200 tipi di esercizi in database e anche una versione per bambini, è una delle app più complete della sua categoria.

Per gli adolescenti: i genitori potrebbero liberare spazio in un seminterrato o sul balcone, organizzare “stazioni” per diversi esercizi e quindi impostare un timer per ogni attività. Per mantenere gli esercizi impegnativi, modificare la quantità di tempo a disposizione per completarli nelle varie stazioni, oppure aggiungere più esercizi e aumentare il numero di circuiti.

Per rimanere in tema di esercizi a corpo libero che si possono eseguire con la musica, sicuramente la zumba è un’ottima pratica, connubio tra danza e ginnastica aerobica. La coreografia della zumba è più spesso di tipo: hip-hop, soca, samba, salsa, merengue e mambo. Sono inclusi anche esercizi fondamentali di ginnastica come squat e affondi.

Nelle ultime settimane la vita di tutti noi è cambiata in modo repentino a causa del coronavirus, le scuole sono chiuse e impraticabili gli impegni quotidiani come il catechismo, gli sport e le attività extra scolastiche.
I genitori sono spinti ad usare la fantasia per non fare annoiare i bambini che si ritrovano comunque ad avere molto tempo libero, nonostante le video-lezioni e i vari compiti assegnati da maestri e professori.

Vi proponiamo qui di seguito diversi giochi per bambini da fare a casa per movimentare questa quarantena, di cui non sappiamo con certezza per quanto tempo avrà luogo. Non tutti hanno la possibilità di reperire materiali particolari per far svagare i bambini quindi abbiamo pensato di segnalarvi attività da poter fare con il minimo indispensabile.

Partiamo con i passatempi che si possono fare senza bisogno di nient’altro oltre alla propria voce.

Il primo è un gioco di domande e risposte, voi genitori porrete delle domande cercando di mettere in difficoltà i vostri bimbi che avranno un’unica regola: non usare mai la parola “perché” nella risposta. Ad esempio, una domanda potrebbe essere “Perché ti piace il cioccolato?” e una possibile risposta senza usare la parola “perché” potrebbe essere “credo che sia molto buono!”. Sarà utile per farli sforzare ad usare la loro fantasia facendo giri di parole e quindi aumentando anche il loro lessico e la loro soglia di attenzione.

Un altro gioco da fare può essere quello di creare una catena di parole che iniziano con la sillaba con cui finisce la parola precedente (casa-sasso-sogno-gnomo-mostro) mentre una scelta “all’aria aperta”, nei limiti del possibile, data la situazione causata dal coronavirus, potrebbe essere quella di affacciarsi al balcone e contare quanti quadrati, cerchi, triangoli o rettangoli si vedono nelle case di fronte, oppure fare lo stesso gioco però con i colori che potete vedere.

Un’altra soluzione alla noia potrebbe essere quella di pensare a un oggetto e farlo indovinare ai bambini che dovranno fare domande a cui si potrà rispondere solo con sì o no. Ad esempio, se l’oggetto a cui stai pensando è un’arancia allora le domande e risposte potrebbero essere:

È grande? No.
È piccolo? Sì.
Si mangia? Sì.
È una verdura? No.

E così via finché non indovinano!

Potete passare poi alla famosissima morra cinese, o meglio: sasso-carta-forbice, dove non c’è bisogno di altro che le proprie mani.

Altri giochi da poter fare con il minimo indispensabile sono quelli dove basta utilizzare carta e penna e qui potrete sbizzarrirvi: il tipico nomi-cose-città, in cui potete aggiungere e variare le regole a vostro piacimento, come ad esempio aggiungendo 10 punti al primo che completa tutte le caselle, oppure rendendo il gioco più divertente inserendo categorie interessanti per i più piccoli, come i nomi dei protagonisti dei cartoni animati; potete passare poi a giocare a battaglia navale, basterà creare una tabella con lettere in verticale e numeri in orizzontale, disegnare le proprie navi e cercare di affondare quelle dell’avversario prima di essere sconfitti! Inoltre, potete sbizzarrirvi con il gioco dell’impiccato oppure rilassarvi con qualcosa di più semplice ma bello allo stesso tempo: tris.

Infine, vi proponiamo il gioco dei post-it, che è molto divertente e simpatico: ognuno di voi scriverà su un post-it, senza farsi vedere dagli altri, una parola da far indovinare ad un’altra persona, potrà essere un oggetto quotidiano, un personaggio famoso o conosciuto dalla famiglia. Dopodiché appiccicherete il post-it sulla fronte di chi è alla vostra destra e ogni giocatore, a turno, potrà fare una domanda per indovinare la sua parola. Alle domande potrete rispondere solo sì e no e chi indovina per primo ha vinto!

Speriamo che questi consigli possano esservi utili per alleggerire questa situazione pesante e stressante che la quarantena porta con sé.

In questi giorni in cui la situazione paradossale causata dal coronavirus crea stati d’animo di ansia e paura, la cosa migliore da fare è tenersi impegnati e la difficoltà aumenta per quei genitori che si ritrovano in casa con i propri bambini, infatti il rischio più alto è proprio la noia.

Oggi voglio proporvi un gioco che divertirà sia i più grandi che i più piccoli. È uno degli intrattenimenti più antichi del mondo: la caccia al tesoro. Per rendere il gioco più movimentato, e non la semplice ricerca di un oggetto nascosto per la casa, vi consiglio di organizzare delle prove che i bambini dovranno superare per arrivare a quella finale, dove un indovinello suggerirà loro il luogo nel quale trovare il tesoro. Vedrete che nell’organizzare il gioco e le varie prove da superare anche voi genitori vi divertirete e riuscirete a distrarre per un pochino la vostra mente da brutti pensieri.

Innanzitutto, vi consiglio di scegliere un tema che sarà il filo conduttore di tutto il gioco: se ai vostri figli, ad esempio, piace il mondo dei pirati, la vostra casa può trasformarsi in una nave tutta da esplorare! Il vostro ruolo nel gioco sarà attivo perché dovrete far sostenere le prove ai bambini, quindi potreste anche travestirvi e, questo caso, basterà una benda su un occhio. Vi proponiamo alcune prove che potrebbero essere divertenti ma potrete usare la vostra fantasia per crearne di diverse.

Le prove da superare potrebbero essere 4, così da far durare il gioco il giusto tempo.

Preparate la prima prova e munitevi di due bacinelle, una piena d’acqua e l’altra vuota, posizionatele distanti l’una dall’altra e create degli ostacoli nel tragitto (con sedie, sgabelli, ecc.), i bambini dovranno travasare tutta l’acqua da una bacinella all’altra con un mestolo, collaborando tra di loro e usando sempre una sola mano, il tutto nel minor tempo possibile.

Per la seconda prova vi serviranno solo una benda, carta e penna. Un bambino dovrà disegnare, da bendato, un oggetto che gli suggerirete voi all’orecchio e l’altro dovrà indovinare di quale oggetto si tratta, anche qui potete alternare chi disegna e chi indovina e potete ripetere la prova 4 o 5 volte.

La terza prova potrà consistere nell’indovinare i cibi attraverso l’olfatto, ovviamente coprendo la vista dei vostri piccoli. Preparate ciotole o bicchierini con gli alimenti che trovate in casa: caffè, limone, cannella, rosmarino, basilico e divertitevi anche cercando di fargli indovinare l’acqua che, essendo inodore, li metterà in difficoltà!

L’ultima prova potrebbe consistere nell’imparare una filastrocca a memoria o nel trovare 30 parole che inizino con la stessa lettera.

Dopo aver superato l’ennesima sfida preparate un indovinello che si riferisca alla stanza della casa in cui avete nascosto il tesoro. Potrebbe essere un dolce cucinato da voi o semplicemente un oggetto da trovare che ponga fine al gioco (potete cuocere un uovo sodo e accartocciarlo nella carta argentata ed essendo piccolo, sarà più facile da nascondere). Godetevi la gioia dei bambini che saranno elettrizzati dopo aver incontrato il tesoro e aver superato tutte queste sfide!

Una caccia al tesoro è un ottimo modo per combattere, allontanandolo dai nostri pensieri, questo onnipresente coronavirus!

Vi è piaciuto l’articolo sulla caccia al tesoro? Avete provato a farlo? Se oramai vi siete stufati o volete semplicemente provare altri giochi e attività da fare a casa siamo qui per proporvi nuove idee!

Ti sei promesso che avresti visto l’intera trilogia del Signore degli Anelli, che saresti tornato a leggere i classici dell’infanzia con i tuoi bimbi, o che avresti letto più spesso in inglese? È ora di agire!

Giochi da tavolo: riscopri i tuoi giochi preferiti o tira fuori quelli che hai ricevuto in regalo l’anno scorso e che sono ancora nuovi. Altrimenti, ordina quelli che ti interessano – troverai sicuramente qualcosa di divertente da giocare tra i tanti giochi sul mercato!

Creatività: che i tuoi figli abbiano una spiccata creatività o meno è l’ora quanto meno di scatenare la loro innata fantasia! Dalla pittura ad acquerello ai colori a tempera, passando per le sculture in argilla o in gres, ai collage. Si possono fare timbri con la frutta e la verdura tagliata, con i tubi di carta igienica o con tappi di bottiglie su cui incollare formine di gomma. Le possibilità di sperimentare sono infinite! Ne parleremo presto in un articolo dedicato.

Scrittura: provate a proporre ai vostri figli di scrivere poesie, canzoni comiche, storie divertenti o demenziali. Ridere è sempre un’ottimo mezzo per elevare gli animi!

Film e serie TV: arrivata la sera possiamo concederci una pausa dai giochi e stare tutti insieme sul divano a guardare una serie TV o un film adatto a tutta la famiglia.

Allenamento: i social media sono pieni di esercizi che si possono fare a casa con un minimo di attrezzatura. Potete anche ordinare DVD di lezioni di yoga, Pilates e aerobica di ogni tipo per mantenervi in forma. Per voi ma anche per i vostri bimbi.

Canto: non c’è bisogno di un falò per cantare insieme! Prendete la chitarra dalla polverosa fodera, oppure cercate dei brani sul web da cantare sotto forma di karaoke, e divertitevi in quella che è da sempre una delle più belle forme di stare insieme.

Cucinare, assemblare puzzle, lavorare a maglia, riorganizzare le camere da letto, organizzare una sfilata di moda in salotto… ci sono più modi di passare il tempo senza uscire di casa di quanto si possa pensare. Usa la tua immaginazione!

Nei prossimi articoli racconteremo di altri giochi e attività da fare a casa in questo periodo che ci costringe a non uscire per colpa del coronavirus.

Sono da poco uscite le date dei summer camp Juventus, anche quest’anno svolti nelle località di: Palermo, Chianciano Terme, Vinovo, Sestriere, Folgaria, Castel di Sangro a cui si aggiunge il summer camp in Inghilterra, nel West-Sussex, per chi desidera unire l’esperienza calcistica con lo studio della lingua inglese.

 Aperti a tutti i ragazzi e le ragazze con età compresa fra gli 8 e i 17 anni, i summer camp sono un’occasione unica per migliorare le performance calcistiche con il Metodo Juventus ed uno staff tecnico che conta professionisti di altissimo livello.

Le ragazze potranno partecipare al camp estivo che si terrà  a Chianciano Terme dal 26 luglio al 1 agosto, con un programma speciale, dedicato specificamente alle ragazze, a testimonianza di come la Juventus continui a puntare forte sullo sviluppo e il potenziamento del calcio femminile.

La giornata tipo prevede esercitazioni tecniche individuali con il pallone e altre tattiche mirate al gioco di squadra, con un programma di allenamento specifico per i portieri. Non mancheranno i momenti ludici e altre sfide sportive, per rendere l’esperienza divertente e socializzante.

A tutti i partecipanti è inoltre garantita un’ora di lezione di inglese al giorno.

I summer camp sono conformi al Bando Estate INPSieme, che permette ai dipendenti statali di richiedere contributi per finanziare soggiorni estivi e vacanze studio per ragazzi e ragazze.

Visita la pagina dedicata ai campi estivi calcio e cerca i summer camp Juventus!

Sei bloccato per idee su come andrai a spendere la prossima estate? Una scuola estiva nel Regno Unito, combinata con l’apprendimento della lingua inglese, non è solo un grande divertimento, ma una fantastica opportunità per fare nuove amicizie, sviluppare la tua fiducia e portare via i ricordi per durare una vita! Ecco i nostri 6 principali motivi per prenotare una scuola estiva nel Regno Unito.

# 1 Sviluppa le tue abilità di lingua inglese

Le vacanze studio nel Regno Unito sono state progettate affinchè tu possa immergerti nella cultura e nella lingua inglese. Studierai con insegnanti di inglese pienamente qualificati, in classi ordinate per abilità in modo da ottenere il massimo dal tempo di insegnamento interagendo con i tuoi compagni di classe di tutto il mondo. Potrai goderti momenti di relax attraverso gite ed escursioni che ti permetteranno di massimizzare la tua esperienza estiva! 

# 2 Assaggia il cibo britannico

Una delle cose migliori di andare a studiare in UK è la possibilità di assaggiare un cibo diverso da quello a cui sei sempre stato abituato! Sapevi che il piatto nazionale del Regno Unito è ora un Curry? Durante la tua vacanza studio avrai la possibilità di provare più cibi tradizionali britannici, per esempio in occasione del  Fish n ‘Chip Friday! O non vedrai l’ora che arrivi il tradizionale Sunday Roast Dinner con Yorkshire Pudding e una generosa porzione di salsa! Forse il tempo diventerà abbastanza caldo per gustare un delizioso gelato alla Cornovaglia o una matura fragola inglese con la panna montata. Londra è una delle città più multiculturali del mondo e avrai la possibilità di provare tantissime cucine diverse!

# 3 Prova gli sport britannici

Potresti non aver avuto la possibilità di provare alcuni sport britannici prima di partecipare ad una vacanza studio, le attività propposte dalla maggior parte degli enti organizzatori che troverai su Fuoriclass ESTATE sono pensate per farti coinvolgere in alcuni degli sport degli scolari inglesi. Prova il Rounders: è come Baseball ma molto più divertente! Scopri cosa sono il Wicket, Over, Maiden, Googley, Stumps e Silly Mid-Off quando entrerai in una partita di Cricket, il vero sport dell’estate inglese.

# 4 – Sperimenta una buona giornata di sport estivi vecchio stile

Una giornata sportiva vede gli studenti gareggiare bilanciando un uovo su un cucchiaio e salendo verso la gloria in Sack Race! Se sei veramente veloce, davvero forte e veloce, potresti scoprire di essere una futura stella del rugby. 

# 5 – Divertiti prendendo parte alle varie attività proposte

Sei un provetto cantante a cui piace cantare di fronte alle folle? Cerca la vacanza studio che fa per te! Molte di esse prevedono attività ricreative quali il karaoke, ottima occasione per praticare l’inglese cantando le tue canzoni preferite. Forse preferisci disegnare, costruire o creare cose? Divrse vacanze tudio prevedono attività artistiche e artigianali, che saranno un ottimo modo per esercitarti a lavorare in gruppo e mostrare il tuo spirito creativo in un ambiente divertente e competitivo! Se ami la pista da ballo, troverai vacanze studio che organizzano serate in discoteca!

# 6 – Esplora il Regno Unito nelle nostre Escursioni

Il Regno Unito ha qualcosa per tutti, è possibile integrare tutto il divertimento e il divertimento delle lezioni e delle attività nel campus visitando antichi siti storici come Stonehenge, edifici storici dell’Università di Oxford e Cambridge, città fresche e culturalmente ricche come Bristol e Brighton o prendere il tempo di sperimentare i luoghi imperiosi e iconici di Londra.

 Quante volte negli ultimi anni ci hanno detto dell’importanza di conoscere l’inglese? Una delle conseguenze dell’alta disoccupazione nel nostro paese è che molti giovani italiani cercano lavoro all’estero.  Tuttavia, coloro che prendono la decisione di lasciare il paese in cerca di maggiori opportunità, devono affrontare un ostacolo significativo: la loro mancanza di conoscenza dell’inglese.   

Qual è la riflessione nelle statistiche sulla conoscenza dell’inglese in Italia?    Secondo un’indagine condotta dall’Ef in 63 Paesi: siamo al 26esimo posto nel mondo.  Lo strumento utilizzato è l’Indice di Conoscenza dell’Inglese Ef Epi, (messo a punto da Ef Learning Labs, divisione dell’azienda che si occupa di corsi e viaggi studio per l’apprendimento delle lingue straniere), che testa 750 mila adulti in 63 Paesi secondo una scala che è allineata al Quadro Comune di Riferimento Europeo per le Lingue Straniere: l’alto livello di competenza corrisponde al livello B2; i livelli di competenza buono, medio e basso corrispondono al livello B1. La competenza molto bassa corrisponde al livello A2.

La padronanza dell’inglese resta un indicatore fondamentale della competitività economica di un Paese ed è fortemente correlata al reddito, alla qualità della vita, alla facilità di fare impresa e di competere sui mercati internazionali. I paesi dove il livello è medio-basso, sono anche spesso quelli in situazione di stagnazione o recessione: Francia, Spagna e Italia, per esempio.   D’altra parte, questo studio ha anche concluso che la conoscenza e l’uso dell’inglese è più comune tra le persone con un’istruzione superiore e coloro che hanno studi universitari in contrasto con l’istruzione secondaria.     

Quanto è importante la prima educazione nell’acquisizione della lingua?   Data la grande importanza che ha la lingua inglese all’interno del  campo socio-educativo, possiamo dire che le generazioni future avranno abbastanza capacità di comunicazione per lavorare fuori dell’Italia.    E’ un fatto che sempre più bambini siano sottoposti a stimoli di tipo anglofono in misura sempre maggiore, dalle canzoni in inglese ai cartoni animati in lingua originale. Queste abitudini stanno creando un terreno fertile perfetto affinché da ora in poi la loro formazione ed evoluzione in inglese possa crescere.   

Quali sono i punti deboli del nostro modo di imparare l’inglese?   Sappiamo tutti che per coloro che hanno studiato l’inglese durante l’istruzione primaria, il punto di forza è senza dubbio la grammatica e questo è dovuto al fatto che l’istruzione obbligatoria è molto più focalizzata sulla lettura e sulla grammatica che sul parlare.

Una conseguenza di ciò è che la pronuncia è raramente un punto di forza tra gli italiani. Anche se è vero che per un inglese l’accento italiano (quando usa l’inglese) è molto forte, per loro è solitamente più comprensibile che capire un forte accento francese e persino portoghese. Naturalmente, la pronuncia può causare una notevole difficoltà per l’ascoltatore e senza una buona dizione, la comprensione di una lingua diventa un compito arduo. Se consideriamo anche che gli italiani spesso hanno una comprensione molto al di sotto delle loro altre competenze, ciò che rimane è che la comunicazione diventa piuttosto complicata.   Tuttavia, non tutto è perduto con l’inglese, qui vi lasciamo alcune idee che possono essere utili per ristabilire l’equilibrio in quelle aree della lingua che vi è più sfortunata:    

Come rendere la comunicazione in inglese un punto di forza per vostro figlio?   

1.     ASCOLTARE, ASCOLTARE E ANCORA ASCOLTARE:  Cercate programmi radiofonici e telelevisivi in inglese, anche se i vostri figli non stanno ascoltando attivamente, terranno in allenamento le orecchie.  Dimenticate film e programmi tradotti. Fateli provare nella loro versione originale. 

2.     PRATICA GIORNALIERA  Fate un piano di studi per i vostri bambini e decidete quanto tempo essi dovranno dedicare alla settimana. Dovete stabilire una routine. 

3.     CREARE DEGLI OBIETTIVI Date ai vostri bimbi un obiettivo a lungo termine e fate in modo che siano concentrati sul lavoro per raggiungerlo. 

4.     GUADAGNARE DAGLI OBIETTIVI Create anche dei piccoli obiettivi a breve termine, in modo tale che possano godersi la ricompensa di averli raggiunti. 

5.     INSEGNATE IL GUSTO Create un ambiente in cui vuoi è piacevole imparare e trasformate il “dover studiare” in “piacere di studiare”. 

6.     FUORI DELLE TRADUZIONI LETTERALI Fate in modo he i vostri piccoli non traducano in inglese direttamente, ma fate in modo che provino a pensare in inglese! 

7.     CANTARE, CANTARE, e ANCORA CANTARE Imparare le canzoni in inglese aiuta a migliorare la fluidità e l’intonazione. 

8.     REGISTRATE LA VOSTRA VOCE A nessuno piace sentire la propria voce, ma è importante! Registrate la loro voce e fate loro ascoltare la pronuncia e l’intonazione. Ciò li aiuterà a identificare le aree problematiche. 

9.     NON  ARRENDERSI MAI Occorre insegnare un atteggiamento positivo, spiegando che sbagliare fa parte del percorso

10.   ESTATE e VACANZE  L’estate in primis ed in generale le vacanze sono un’occasione perfetta per migliorare l’inglese! Iscrivete i vostri figli ad un campo estivo in inglese, anche se ha già partecipato l’anno precedente, c’è sempre da imparare!